Vai al contenuto

Recommended Posts

il 21/7/2018 alle 20:45, Giacinto Consiglio ha scritto:

Grazie! Per gli esterni povray e per gli interni mecabricks

Povray è simile a Blender per capire?

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Povray fa solo il rendering di oggetti o scene creati/e con programmi di modellazione 3D, con Blender invece fai modellazione pura nel senso che crei tu il modello e poi lo renderizzi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, Gozer ha scritto:

Grazie mille ad entrambi...penso che per come son curioso io Blender mi attrae di più  🤣

E' ottimo come programma ed è gratis pertanto trovi un macello di tutorial e aiuti per realizzare i tuoi modelli

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Blender è un software di modellazione: disegni oggetti e quindi gli fai fare il rendering. POVray è letteralmente un linguaggio di programmazione per descrivere oggetti, illuminazione e tutto il resto, per cui devi scrivere la scena (linguaggio di programmazione anziché solo di descrizione, poiché ha a disposizione anche loops, defines, variabili, ecc.). Perciò quest'ultimo si presta bene quando vuoi fare il rendering di qualcosa di cui hai già la descrizione geometrica (oppure quando stai scrivendo un software CAD per mattoncini e vuoi aggiungere la feature "modellazione realistica"). Questo è il motivo per cui il rendering della cattedrale di Giacinto è così accattivante.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
il 21/7/2018 alle 20:45, Giacinto Consiglio ha scritto:

Grazie! Per gli esterni povray e per gli interni mecabricks

Ciao, per fare il render con povray hai convertito il modello ldd con LDD2povray?

Se si, con quali settaggi? Ad esempio per le luci.

Io sto facendo delle prove ma i risultati non mi soddisfano,  mentre il tuo rendering è molto bello.

Grazie 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
il 19/7/2018 alle 10:26, jaymz_hd ha scritto:

Stupenda.. complimenti.. Imparerò mai a far le cupole e i tetti curvi?! mah.

 

Fammi un fischio..faccio pena anche io 😞

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

  • Contenuto similare

    • Di Greenlamia
      Ciao a tutti!
      Questo weekend sono finalmente riuscita a terminare la mia ultima fatica, la nave Thousand Sunny del manga One Piece!
      La particolarità in questo caso è data dal fatto che la nave è apribile e molti dettagli sono staccabili, per trasformarla in una dice tower. L'idea per questa moc è nata infatti dall'acquisto di un gioco da tavolo piratesco. L'idea di costruire una dice tower LEGO mi attirava, e dato ho iniziato a pensare a un adattamento a tema!
       Ho tentato di mantenere il più possibile la somiglianza con la nave  (grazie all'autore che ha pubblicato un bello speciale con tutti i disegni di interni ed esterni avevo molto materiale su cui lavorare!), ma adattandola alle necessità strutturali. Se qualcuno di voi conosce One Piece potrà riconoscere alcuni dettagli, come la libreria sospesa, i mandarini di Nami e la sala di addestramento in cima all'albero maestro. Alcuni dettagli, come la polena-leone, sono fragilini, ma visto che starà per lo più in una teca tra una sessione di gioco e l'altra mi accontento.
      Le vele sono l'unica parte non LEGO, tagliate, cucite e dipinte dalla sottoscritta (che ora ha le mani piene di tagli e buchi dovuti alla poca dimistichezza con ago e filo XD).
      Lascio il link a Flickr (https://flic.kr/s/aHsmuE8QBp), dove ho pubblicato qualche foto in più anche senza vele. Spero vi piaccia!
       
       










    • Di MOMAtteo79
      Una Skyline un po' particolare che segue la scia di quelle che avevo fatto per Game Of Thrones ed i Simpsons, ma si spinge molto verso l'alto... nello spazio
      Per ora ho optato per la sintesi delle prime due trilogie in un'unica creazione, poi vedremo in futuro.

      Potete vedere altre foto anche su flickr .

      Dopo le immagini trovate la lista di luoghi e navi rappresentati. E' stato abbastanza complesso adattare la microscala dei veicoli (visti e rivisti in mille modi in giro) al formato architecture dove anche i microset dell'advent calendar sono troppo grandi

      Trovo che nel complesso sia un ottimo modo di raccogliere il tutto insieme ed anche bello da esporre, pieno di dettagli da cogliere anche in questa scala. Che ne pensate?





      NABOO
      Naboo Palace
      Naboo Starfighter
      Trade Federation Tank

      TATOOINE
      Star Destroyer Devastator
      Tantive IV
      Luke's Landspeeder
      Sandcrawler

      DEATH STAR
      Trench Run
      Tie Fighters
      Darth Vader Tie
      X-Wing
      Millennium Falcon
      Y-Wing

      HOTH
      Executor
      Echo Base
      Shield Generators
      Snowspeeder
      AT-AT
      Imperial Probe Droid

      BESPIN
      Cloud City
      Slave One
      Cloud Car

      ENDOR.
      Ewok Village
      Imperial Shuttle
      Speeder Bikes
      AT-ST
      DEATH STAR II
      A-Wing
      B-Wing



      Dimensioni

      cm 37.5x 10 x 19
      studs 47 x 12.5 x 23.5
    • Di Fabbbbbricks
      B5017  Dreaming: The Arrival
       

       
      Chi mi conosce bene sa quanto detesto fare le cose all'ultimo momento e quanto è importante per me arrivare pronto e con anticipo alle scadenze. Ecco quindi un breve racconto della genesi di questa MOC.
      Quattro giorni prima 😂🤣 di intraprendere il lungo viaggio della speranza verso Skærbæk, decisi che era arrivato il momento di mettere mano alla MOC che, furbescamente, avevo indicato mesi prima nel modulo di registrazione. No, non è vero visto che quello che avevo registrato era un progetto decisamente diverso! Naturalmente il cambio di progetto/contenuto non era un grande problema, ma la dimensione/ingombro sì, e visto che avevo registrato una MOC di 64x64 stud dovevo comunque stare in quella dimensione per non creare problemi agli amici di Skærbæk.
      Ora il punto era solo trovare qualcosa da costruire in uno spazio di 4096 stud... IDEA! Costruisco una scena in formato microscala ispirata a ViaregiaBricks così da usare pochi brick e far presto! Certo, certo... Ma quanto sarò ingenuo (leggi stupido)?!
      In ogni caso vado avanti con l'idea e a quel punto approfondisco un po' quello che avevo immediatamente disegnato su carta: un mare, una spiaggia, un porto, una città, una montagna, un treno in galleria... Ecco no, quello l'ho fatto sparire subito! Proseguo nel ragionamento e a quel punto decido che serve anche un background, una storia. ALTRA IDEA! Realizzo il prequel di Dreaming, la piccola vignetta che tante soddisfazioni mi aveva regalato in passato e, a dirla tutta, ancora oggi. Naturalmente come quasi tutti i prequel il risultato non è mai all'altezza dell'originale...
      Deciso tutto questo inizio a costruire il mare, la spiaggia, le strade e il molo (a questo punto qualcuno potrebbe notare una qualche somiglianza con Viareggio, ma non è Viareggio, è una cittadina di fantasia vagamente ispirata in alcune parti alla mia città natale) e ad incontrare le prime difficoltà dovute alla tolleranza dei mattoncini LEGO. Sì perché in soli cinquanta stud circa si è creata, incredibile ma vero, una differenza di lunghezza davvero importante (parliamo di diversi millimetri) tra brick e plate che ne rende particolarmente noioso il montaggio. In questo caso il punto critico è la divisione della parte di mare fatta di brick e l'attacco con la spiaggia fatto di plate (più avanti posterò foto del dettaglio).
      Comunque vado avanti e dopo un primo giorno di lavoro riesco ad abbozzare tutta la 'base'. Nel secondo giorno sistemo la parte rocciosa e quindi smonto e rimonto quasi tutto per rendere la MOC parzialmente smontabile e trasportabile. A quel punto decido anche di realizzare gli edifici piccoli su plate 4x6 e quelli grandi su plate 4x12. Passo quindi tutto il terzo giorno a realizzare i vari edifici, sistemare qualche dettaglio e a fare qualche correzione qua e là. In realtà qualche bozza di edificio l'avevo già fatta il giorno prima... Ah, oltre agli edifici 'standard' 4x6 e 4x12 decisi anche di realizzare due edifici più piccoli, uno su plate 2x6 e uno su plate 2x12 da usare in modo diverso dagli altri. Infine, proprio di fronte alla parete rocciosa, ci sono due spazi verdi costruiti su plate 8x16.
      Alla fine riesco a completare, smontare e imballare tutto il pomeriggio del giorno precedente la partenza. Partenza teorica visto che l'incendio attivo sui monti pisani in quei giorni portò alla chiusura dell'aeroporto di Pisa e alla cancellazione di tutti i voli. Da lì il lungo viaggio della speranza con l'acquisto di un nuovo volo last minute e un viaggio non previsto verso Roma e Bruxelles.
      Alla fine io, @ZioTitanok e @mirkolitico siamo riusciti ad arrivare in Danimarca e quindi a Skærbæk pronti per iniziare il setup. Un setup che sulla carta doveva durare pochi minuti, ma che invece si è trasformato in un setup di almeno un paio d'ore visto che la parete rocciosa si era quasi completamente distrutta nel viaggio. Per fortuna il buon @mirkolitico mi ha dato una gran mano nel ricostruirla aiutandomi a trovare i giusti incastri utilizzando anche alcuni pezzi rubati dalla MOC di @ZioTitanok (non volevo stud a vista e non trovavo più alcuni pezzi...), ma questa è un'altra storia! 😄
       
      Dopo Skærbæk la MOC è stata esposta anche durante Bricks in Florence Festival e lì, in un mio raro passaggio davanti alla MOC, mi sono accorto di un ulteriore punto di collegamento con Dreaming: l'osservatore non capisce immediatamente la MOC finché non si rende conto che...
       
      Ah, dimenticavo... nella MOC ci sono alcuni 'easter egg' passati, presenti e futuri oltre ad un grossolano errore!
    • Di mirkolitico
      Ciao a tutti. Volevo presentarvi oggi la mia ultima creazione che qualcuno avrà visto all'ultimo BiFF lo scorso fine settimana.
      Tutto parte da un'idea avuta l'anno scorso durante un ritrovo fra amici nel quale si chiedeva durante un gioco il nome di un supereroe e tutti a sparare (nonostante la Marvel sia onnipresente in TV) Superman. A me piace Superman ma nonostante tutto ho voluto per una volta "uccidere" il Superbuono dei buoni.
      Per fare questo avevo bisogno di una sceneggiatura adatta ed è per questo che mi sono studiato un nuovo Universo DC nel quale tutti i personaggi conosciuti (buoni e cattivi) si sono alleati per sconfiggere i Kyptoniani.
      Batman, a capo di tutto, ha costruito la sua nuova magione proprio su di una miniera di Kryptonite ed ha assunto a lavoro tutti gli altri della combriccola creando una catena di montaggio che va dalla basilare estrazione col piccone (Aquaman), passa dalla tritatura della pietra (gestita da Pinguino e Flash), arrivando alla modellazione in barre (da parte di Green Arrow e Martian Manhunter) fino alla costruzione di armi vere e proprie nel laboratorio di Joker. Robin, Poison Ivy e lo Spaventapasseri sono gli addetti all'orto/albereta/giardino.
      L'ultima scena osservabile è l'elicottero in fiamme di Lex Luthor colpito da un razzo di Cyborg. Nel normale Universo Lex è l'acerrimo nemico di Superman ma nella mia versione è il miglior alleato dei Kryptoniani. 
      Durante tutto questo trambusto, Batman se la spassa facendo bisboccia con tutte le signorine della DC Comics...
      😄
      Ok, adesso, per chi ha avuto la pazienza di leggere questa storiella, è arrivato il momento di parlare degli aspetti tecnici. Ho avuto diverse difficoltà nel reperire le varie tonalità di Trans-Green, Trans Neon Green e Trans Bright Green ma d'altronde, in un anno, comprando di qua e di là ne ho accumulato parecchio.
      Volevo poi creare qualcosa che fosse differente da una normale grotta e ho deciso quindi di tuffarmi nel Technic a capofitto cercando di dare movimento al tutto. Ci sono due fiumi di Kryptonite che scorrono, una "polla" di Kryptonite che ribolle e infine le pale dell'elicottero che cadendo continuano a girare per gli ultimi istanti. Volevo motorizzare anche il mulino (lasciato identico al set originale) ma alla fine non ho avuto tempo.
      Ho giocato con i vari pezzi delle tre tonalità di verde cercando di trasmettere l'idea che i cristalli di questo materiale potessero avere numerose forme quasi a copiare elementi floreali o animali.
      Il tocco finale, sono i Kryptoniani morti nella grotta che molti di voi riconosceranno come doppioni (ci sono due Superman, due Supergirl, due Jor-El ecc ecc) ma l'idea è quella che essendo i membri di una famiglia criptoniana vestiti sempre col solito stemma essi fossero tutti parenti ma non lo stesso personaggio... 😄 
      Circa 3 mesi di assemblaggio, circa 25000 pezzi o giù di lì (ci sono di sicuro 4/5000 fra brick round 1x1 trans green e cone 1x1 e almeno 750 wedge che ho utilizzato per movimentare la parete esterna @GianCann mi prese per matto quando gliele feci prendere 😂) il tutto in una superficie di 3x2 basi da 32.
      Al BiFF i feedback non sono stati malaccio pertanto credo che proverò ad ampliarlo. 
      Purtroppo, come sempre, non riesco mai a godermi ciò che faccio ed è finito che a parte queste due o tre foto non ho nemmeno un video della MOC in movimento pertanto non mi resta che sperare che qualcuno del gruppo lo abbia fatto e me lo giri.
      Mirko 🙂 











       
       
    • Di Legodumper
      Questa è una vecchia cabina elettrica, probabilmente ora dismessa, che è situata nella mia città Macerata. Ne esistono in realtà due, una "sand red" e una "tan. Inizialmente l'avevo realizzata in rosso (poco reale) ispirandomi a quella esistente (vedi foto allegata) vicino casa dei miei genitori, ma poi ho voluto realizzarla nella versione tan per aggiungere realismo. 



×