Jump to content
IGNORED

Loghi su minifig


Recommended Posts

Se inizialmente mi sembrava corretto, mi viene poi da farmi una domanda.
Quando una casa automobilistica brevetta una nuova vettura, la brevetta e nessuno può rifare quella vettura fatta in quel modo, è sua e basta etc etc come la minifig. Ma se io ne compro un modello, su quel modello singolo posso metterci sopra tutti i marchi che voglio io, tipo quello della mia azienda e farla diventare una macchina aziendale.
Credo che LEGO non possa in nessun modo effettivamente vietare che questa pratica venga fatta. Non può citarmi in giudizio perché stampo il logo del mio canale YouTUBE sopra una minifigure, perché io la sto mettendo su un MODELLO della minifigure, non sul BREVETTO o TM della minifigure stessa.
Può al massimo, sicuramente, scoraggiare gli RLUG dal perseguire tale pratica pena eventuale perdita dello Status, quello sicuramente perché lo status di RLUG decide TLG chi lo ha o meno.
Ma dubito che mi possa mandare un COD per questo.

Link to comment
Share on other sites

Io di certo non pretendo di saperne di più dei loro legali.

Per esempio io ho sempre "saputo" (?) che stampare sui pezzi LEGO fosse molto borderline e semplicemente tollerato e ho sempre avuto "paura" che un giorno o l'altro avrebbero smesso di tollerarlo (per gli esatti motivi che hanno dato qui, che sono gli unici che abbiano davvero un senso).

Invece mi sbagliavo! E' solo una questione di trademark su trademark. Per cui per quanto riguarda me (o meglio, il LUG, perché a me personalmente non potrebbe fregare di meno) è un enorme sospiro di sollievo, visto che se non potessimo più stampare sugli 1x8 allora sì che sarebbe un "problema". Invece hanno pure esplicitamente detto che si può, il che è ottimo.

PS: Forse il buon @Piru Brick ne sa di più, da un punto di vista professionale.

Link to comment
Share on other sites

Non sono esperto in materia, ma è come se Fruit of the Loom vietasse di stampare sulle sue magliette 😂

Poi magari possono farlo. A me comunque non cambia nulla, non ho mai preso minifigure customizzate e non ne ho mai stampate. Però peccato, alcune sono fatte molto bene (ad esempio quelle di ItLUG...)

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, Ceis ha scritto:

Non sono esperto in materia, ma è come se Fruit of the Loom vietasse di stampare sulle sue magliette 😂

Poi magari possono farlo. A me comunque non cambia nulla, non ho mai preso minifigure customizzate e non ne ho mai stampate. Però peccato, alcune sono fatte molto bene (ad esempio quelle di ItLUG...)

No, non credo che Fruit of the Loom abbia brevettato la T Shirt. 
Qui invece il discorso è che la minifigure è un TRADEMARK e che loro hanno paura di perderlo se la gente continua a metterci ALTRI trademark sopra. 
Un paragone corretto sarebbe appunto quello dell'automobile, di cui registrano le linee prima di metterla in commercio.
Posso stampare il logo della mia azienda su una macchina?

LEGO può dire quel che vuole, magari lo fa soltanto perché non vuole rogne perché se non si può stampare trademark su un trademark allora...

973pb2378.png

qui ce ne sono pure due. Adidas e il logo della DFB.

Se è una cosa che non si può fare se no rischi di perdere il brevetto non è che loro la possono fare e noi no.

Link to comment
Share on other sites

Questa è una questione spinosa, che nasce da un "peccato originale".

LEGO a suo tempo non intese il minifig come lo intende oggi.

Io comprendo la strategia difensiva di LEGO. Persi i brevetti sui singoli pezzi, o meglio scaduti, compreso che il minifig era l'essenza del suo successo, per difendersi dai cloni che arrivavano sul mercato riuscì a far riconoscere ai tribunali europei che il minifig stesso nella sua totalità (e non pezzo per pezzo come era stato brevettato) era il suo trademark ecc.

Ora chiunque conosce la storia di LEGO sa che questa posizione, dal punto di vista industriale solleva una valanga di dubbi se applicata a qualsiasi altro contesto.

Se ItLUG ad esempio stampa un torso, un torso non è il minifig. Se un'azienda stampa i pezzi che compongono il torso separatamente può o non può?

Ma soprattutto il trademark è da considerarsi tale con la testa gialla o con qualsiasi colore, stampa ecc?

Perchè il brevetto sulla testa è scaduto da un pò... e LEGO può aver brevettato la forma in qualsiasi variante verrà? Gambe corte gambe piccole?

Qualcosa non torna.

O meglio si percepisce che la posizione di LEGO è assai debole, soprattutto in altre aree del pianeta.

Per certi versi siamo vicini a una società di soldatini che dichiarasse sua un'intera scala di riproduzione e modo (tipo la scala HO è solo per marklin) oppure a un costruttore di automobili che brevettasse la forma a 4 ruote di un'auto.

Onestamente non conosco come LEGO sia riuscita a far passare l'idea che i brevetti scaduti sui i pezzi che compongono i torsi potessero essere sostituiti da questo stratagemma, quando già in set LEGO le gambe, la testa e i pantaloni sono venduti a volte separati e non atti a costituire il minifig, ma a costruire qualcos'altro. Sancendo così che sono pezzi industriali con brevetti scaduti....  

Alla luce di ciò comprendo che LEGO debba fare questa raccomandazione ai fan perchè implicitamente altrimenti ammetterebbe che non è nelle condizioni giuridiche che la difendono ancora dalla libera concorrenza.

Perchè in fondo qui si sta parlando di un desiderio perpetuo di monopolio sulla produzione di una tipologia di pezzi.

E oggettivamente è una posizione assai debole. 

Il torso bianco con stampato ItLUG ma come puoi contestarlo nel mondo della normalità industriale?

Ce lo vedete Biro che denuncia chi fa le penne personalizzate o impedisce agli altri di fare penne oggigiorno?

La mia personale sensazione è che LEGO stia cercando di rimandare l'inevitabile, forte del fatto che i concorrenti più "cattivi" per ora non siano ancora sufficientemente strutturati dal punto di vista giuridico.

 

Infine una piccola considerazione ma se ogni anno vengono fatti minifigs licenziati e non con stampe, loghi ecc.

Non è già questa di fatto la prova che quel trademark su trademark che indebolisce la posizione viene già fatto in origine?

 

 

Link to comment
Share on other sites

Trademark della minifig o no, sotto sotto sento che il problema sia diverso, ma non lo vogliono dire chiaramente.  

Sono dispiaciuto perché come al solito per colpa dei soliti capitalisti che non esitano un attimo a mettere loghi di terzi o creare reggimenti di minifig personalizzate poi ci vanno nel mezzo quelli che invece fanno solo qualcosa di limitato e commemorativo. 

Anche se al momento sono esenti i brick non so quanto possa durare visto che ci sono già state indagini della finanza per la stampa di loghi di terze parti su pezzi poi venduti anche a prezzi decisamente alti e la gente compra perché il brick con il logo della Nike o Nintendo o playstation o BMW non può mancare nel wall.

Torneremo agli adesivi. 

Link to comment
Share on other sites

7 ore fa, Shintaku ha scritto:

Posso stampare il logo della mia azienda su una macchina?

Non su una Ferrari, se sei un miliardario col gusto della personalizzazione valuta bene prima di modificare una Ferrari, se lo fai poi rischi che non te ne vendano più. 

Ma quello è praticamente uno status symbol, un club esclusivo e possono permettersi di decidere chi può essere cliente e chi no. 

Link to comment
Share on other sites

7 ore fa, Shintaku ha scritto:

Se è una cosa che non si può fare se no rischi di perdere il brevetto non è che loro la possono fare e noi no.

Penso proprio di sì invece, perché hanno accordi con le aziende in questione.

E questo porta al prossimo punto: sarebbe ottimo se si riuscisse a ottenere un accordo con le comunità riconosciute, esattamente come c'è qualcosa di simile per pe magliette degli eventi che possono avere minifig sopra, a determinate condizioni (a noi non è mai interessato perché non facciamo magliette degli eventi). Io spero che stiano lavorando a qualcosa di simile dietro le quinte. Jan sono mesi (anzi, penso anni) che discute di questo argomento con legal, chissà.

17 minuti fa, Wolfolo ha scritto:

Anche se al momento sono esenti i brick non so quanto possa durare visto che ci sono già state indagini della finanza per la stampa di loghi di terze parti su pezzi poi venduti anche a prezzi decisamente alti e la gente compra perché il brick con il logo della Nike o Nintendo o playstation o BMW non può mancare nel wall.

Penso al contrario che il fatto che abbiano esplicitamente  (per la prima volta, credo) detto che questo si può tranquillamente fare sia una cosa veramente ottima per la comunità e ci possa far stare "tranquilli" molto a lungo. Le assurdità nostrane non credo abbiano nessun peso. (Fermo restando che anche a me buona parte di quei brick stampati con ogni genere di monnezza dà fastidio.)

43 minuti fa, AirMauro ha scritto:

Se ItLUG ad esempio stampa un torso, un torso non è il minifig. Se un'azienda stampa i pezzi che compongono il torso separatamente può o non può?

Che io sappia contano anche i pezzi di minifig separati. Era così per i poster e i loghi dei LUG (vedi per esempio HispaBrick che l'ha dovuto cambiare, o lo stesso CLV), non penso possa essere diverso in questo caso che è sostanzialmente la stessa cosa. Comunque è stato chiesto esplicitamente.

Link to comment
Share on other sites

E' inutile girarci intorno. A LEGO, che noi ci si stampi le minifigure (per scambiarle o per venderle) importa zero. Il suo problema sono le vertenze in corti e tribunali internazionali (vedi Cina ad esempio). 

Se non è/sarà/fosse in grado di dimostrare che ha fatto il possibile/del suo meglio per difendere i propri diritti (ad esempio condividendo a livello a internazionale il "ban" della stampa -  della serie "io ho avvisato che è vietato, se lo fanno lo stesso non posso mica controllare centinaia di migliaia di persone e quello che fanno a casa propria, io il mio l'ho fatto"), semplicemente perde/perderà/perderebbe la causa, ergo si tutela.

Il punto semmai, come specificato da altri è quello della base legale del ban stesso, e in particolare dei termini e del fraseggio utilizzati.

Concordo in fatti con @Shintaku che dice che se è vero che un trademark (Adidas, Nintendo etc) su un trademark (LEGO) annulla il trademark stesso, allora non dovrebbero poter stampare minifigure licenziate (Star Wars, Marvel etc).

Concordo anche sul fatto che sia molti stupefacente il fatto che corti internazionali abbiano accettato il trademark della minifig in quanto forma e nella sua complessità, ma tant'è: https://www.bbc.com/news/world-europe-33147827

Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, Wolfolo ha scritto:

Trademark della minifig o no, sotto sotto sento che il problema sia diverso, ma non lo vogliono dire chiaramente.  

Sono dispiaciuto perché come al solito per colpa dei soliti capitalisti che non esitano un attimo a mettere loghi di terzi o creare reggimenti di minifig personalizzate poi ci vanno nel mezzo quelli che invece fanno solo qualcosa di limitato e commemorativo. 

Anche se al momento sono esenti i brick non so quanto possa durare visto che ci sono già state indagini della finanza per la stampa di loghi di terze parti su pezzi poi venduti anche a prezzi decisamente alti e la gente compra perché il brick con il logo della Nike o Nintendo o playstation o BMW non può mancare nel wall.

Torneremo agli adesivi. 

Se ti riferisci a ciò che penso, le indagini sulla finanza riguardano la vendita di minifig spacciate per originali di Vasco, Valentino Rossi, Ligabue, Queen, Maneskin etc. Il problema (e l'oggetto d'indagine della GdF) in quel caso non è "minifig stampate", ma di minifig prodotte e vendute senza accordo di licenza con i titolari (Vasco, Valentino Rossi, Ligabue, Queen, Maneskin etc)

Link to comment
Share on other sites

13 ore fa, Laz ha scritto:

Che io sappia contano anche i pezzi di minifig separati. Era così per i poster e i loghi dei LUG (vedi per esempio HispaBrick che l'ha dovuto cambiare, o lo stesso CLV), non penso possa essere diverso in questo caso che è sostanzialmente la stessa cosa. Comunque è stato chiesto esplicitamente.

Scusa @Laz, in tutto questo mi sembra ancora più assurdo che LEGOLIZE impazzi ogni giorno con le sue vignette:

https://www.legolizeofficial.com

Non vi sembra che qualcosa non torni?

Link to comment
Share on other sites

8 ore fa, Fabbbbbricks ha scritto:

La cosa che più mi fa impazzire (per non dire peggio) è che a loro Facebook ha dato la spunta blu mentre a noi ha rimosso la pagina! 🤬

Ma è saputo poi il perché? 

Link to comment
Share on other sites

9 ore fa, AirMauro ha scritto:

Non vi sembra che qualcosa non torni?

Sfondi una porta aperta.

Non sai quanto rimasi basito ("F4", cit.) quando LEGO Italia ci raccontò che gli era arrivata una richiesta di collaborazione proprio da loro. Quindi, almeno in Italia, sanno benissimo che esistono, con tanto di vignette, shop e quant'altro. Non ricordo esattamente quando, ma visti i rapporti con LEGO Italia ripresi di recente, si parla di un annetto al massimo.

E dovrebbero saperlo anche a Billund, perché poco più di un mese fa portai ad esempio in LAN la loro pagina instagram durante l'ondata di ban di account con nome composto anche da "LEGO" (https://www.instagram.com/legolize/).

Le attività che potrebbero essere colpite in questa nuova era di divieto di stampa comunque son tante.
Ne aggiungo giusto una, "simbolicamente": https://minifigs.me/

Link to comment
Share on other sites

Io ancora aspetto che un qualche esperto di diritto internazionale e copyright/trademark dia conferma che a) si può mettere sotto trademark una sagoma e b) LEGO possa legittimamente imporre a terzi di non fare ciò che più gli aggrada con un bene regolarmente acquistato.

Qualcuno ha portato l'esempio di Ferrari che banna i proprietari che apportano modifiche o applicano personalizzazioni troppo estreme ai propri veicoli. Ferrari decide (e nessuno può impedirglielo) che in questi casi non potranno più acquistare veicoli nuovi, ma certamente non può impedire l'acquisto di veicoli usati.

La tesi del "un trademark applicato su un altro trademark" mi sembra faccia acqua da tutte le parti.

Link to comment
Share on other sites

13 ore fa, ZioTitanok ha scritto:

 

E dovrebbero saperlo anche a Billund, perché poco più di un mese fa portai ad esempio in LAN la loro pagina instagram durante l'ondata di ban di account con nome composto anche da "LEGO" (https://www.instagram.com/legolize/).

Oppure LEGOLIZE conosce la legge bene e sa come difendersi da un'eventuale bullismo legale (non mi ricordo come si chiama il termine esatto, ma mi pare se ne sia parlato anche qui sul forum) di una multinazionale.

Davvero non riesco a comprendere come LEGO possa essere riuscita a far passare l'insieme di pezzi dai brevetti scaduti che compongono il minifig, come un trademark, nonostante il minifig stesso vari così tanto dall'uno all'altro in fattura.

 

Link to comment
Share on other sites

Ma i corner dove si può scrivere qualsiasi cosa (più o meno) e quindi creare una propria minifig personalizzata nei LEGO shop?

Li toglieranno?

Per assurdo potrei essere bravissimo a fare il logo della NIKE per esempio...

Edited by Canio
Aggiunta di frase
Link to comment
Share on other sites

Il trademark è una specie di marchio registrato, non un brevetto se ben ricordo 

quindi hai il diritto esclusivo di usare quel nome per riferirti ad una cosa

un brevetto è un’altra cosa

Link to comment
Share on other sites

10 ore fa, AirMauro ha scritto:

Davvero non riesco a comprendere come LEGO possa essere riuscita a far passare l'insieme di pezzi dai brevetti scaduti che compongono il minifig, come un trademark, nonostante il minifig stesso vari così tanto dall'uno all'altro in fattura.

Infatti nel 2010 MEGA Blocks riuscì ad impedire la registrazione del brick 2x4 rosso come trademark.

Link to comment
Share on other sites

8 ore fa, Canio ha scritto:

Ma i corner dove si può scrivere qualsiasi cosa (più o meno) e quindi creare una propria minifig personalizzata nei LEGO shop?

Li toglieranno?

Per assurdo potrei essere bravissimo a fare il logo della NIKE per esempio...

Dubito che li tolgano per possibili casi estremi. Anche perché allora è così da sempre, non è che è diventato illegale da ora.

Link to comment
Share on other sites

Legal ha risposto a un po' di domande... ho fatto una traduzione molto veloce e molto riassunta. Non condividete al di fuori di qui, è solo per darvi una vaga idea... le domande sono spesso ripetute e le risposte sono sempre quelle, naturalmente.

Domanda: Come verrà imposta questa norma?
R: Comunicazione informale e cooperazione volontaria. Le vie legali ci saranno solo se non funzionerà la comunicazione informale.

Domanda: Perderemo lo stato di comunità riconosciuta se non collaboriamo?
R: La perdita di stato di comunità riconosciuta non è automatica. Ma ignorare volontariamente le nostre policy e ripetute offese possono risultare nella perdita dello stato di comunità riconosciuta. Non sarà mai una sorpresa comunque, prima cercheremo di prendere misure correttive.

Domanda: Non possiamo più stampare minifig con il nostro logo, okay, ma quelle che abbiamo già?
R: Le comunità, riconosciute o meno, dovrebbero evitare di mostrare pubblicamente tali minifig non conformi.

Domanda: Anche in fotografie, modelli esposti al pubblico, social media?
R: Vi scoraggiamo dal farlo.

Domanda: Molti creano vestiti custom, possono continuare a farlo?
R: Sì. L'eccezione sarebbero vestiti che risultano in una minifig che sembra il simbolo di un'azienda terza.

Domanda:E' solo per le comunità riconosciute o si applica a tutti quelli che fanno minifig custom che verranno denunciati e fatti chiudere?
R: L'idea che "verranno denunciati e fatti chiudere" è molto lontana dalla realtà. Le leggi del trademark si applicano a tutti, certo non solo a chi sta sulla LAN. Se non otteniamo collaborazione volontaria, ci riserviamo il diritto di ricorrere a rimedi legali.

Domanda:Quindi minifig senza loghi sono okay?
R: Non possiamo, e non cerchiamo, di prevenire la produzione e nemmeno la vendita di minifig custom che non danneggino TLG. Le minifig custom che rappresentano entità terze sono il problema qui. A parte questo caso, l'unico altro caso che potrebbe causare un'azione sono i prodotti custom che sono così offensivi o di cattivo gusto che potrebbero danneggiare TLG.

Domanda:Possiamo sapere come fare a fare delle sigfig legali?
R: Disegni originali sono accettabili, se non includono simboli di entità terze. Questa norma serve a evitare che le minifig LEGO vengano usate per promuovere entità terze. Nomi di individui vanno bene. Entità commerciali/aziende, no.

Domanda:Possiamo includere simboli tipo Darth Vader?
R: In molti casi, contratti con i nostri partner richiedono che procediamo contro gli utilizzi errati di IP terze.

Domanda:E' solo per i casi eclatanti o vale per tutti.
R: Vale per tutti. Questa policy serve a evitare che i nostri fan violino inavvertitamente i diritti di TLG. I fan notano solo alcune attività improprie, non vedono le migliaia e migliaia di attività improprie che vediamo noi e che fermiamo continuamente. Sebbene noi dobbiamo dare delle priorità in questo genere di attività, perché le nostre risorse non sono infinite, non permettiamo intenzionalmente che tali attività continuino senza che noi diciamo nulla.

Domanda:Quale legge dice che non posso modificare qualcosa di mio?
R: Le leggi del trademark non si applicano a entità e attività non commerciali. Ma le attività commerciali non sono solo quelle che vendono dei beni per un profitto. Esempi di attività commerciali includono le associazioni, persone o gruppi che raccolgono una quota di iscrizione, che fa pagare per gli eventi, che vendono membership premium ai siti, che guadagnano con la pubblicità, con i programmi affiliati, con gli sponsor agli eventi, vendendo merchandise del LUG...
Le leggi sul trademark nei paesi dove agiamo, ci danno il diritto di proteggere la nostra proprietà intellettuale e questo è importante affrontando l'effetto di avere il trademark della nostra minifigur diluito quando viene associato a entità diverse da TLG

Domanda:Vale anche per (per esempio) gli scudi?
R: Il trademark delle minifig non si estende agli scudi. Non vediamo problemi a stampare su brick normali o sugli scudi. Un logo generico e non affiliato a un'entità, come quello mostrato [un brick 1x1] va bene, ma non bisogna eccedere. In pratica: "Non usate le minifig LEGO per promuovere delle altre entità"

Domanda:Che significa "logo di terze parti"?
R: "Terze parti" può confondere. Nel nostro caso terze parti significa qualsiasi entità che non sia TLG. Un logo è il simbolo che rappresenta un'entità. Questo vale nelle giurisdizioni in cui lavoriamo e questo include la Germania [chi ha chiesto era tedesco]

Domanda:Nel 2019 abbiamo dato questa minifig con il logo dell'evento in omaggio. Possiamo farlo ancora?
R: Se si pagava per entrare all'evento era commerciale. Se il simbolo rappresenta l'evento, allora no.

Domanda:Vale anche per il logo del LUG?
R: Il logo del LUG rarppresenta un'entità diversa e quindi non può essere stampato sulla minifig.

Domanda:Posso continuare a stampare minifig con foto delle vancaze o scritte?
R: Sì. Vi incoraggiamo a seguire le linee guida e non usare simboli commerciali di entità terze 😛

Domanda:Per quanto riguarda cose tipo la FIRST LEGO LEAGUE?
R: Bella domanda, stiamo indagando.

Domanda:Posso stampare il logo Octan?
R: OCTAN è un trademark registrato di TLG, quindi non si può usare con altre entità.

Domanda:Posso stampare disegni miei?
R: La minifig LEGO ha un copyright, per cui si applicano le restrizioni di copyright a meno che non si tratti di "fair use". Fan art non commerciale in genere va bene, se non ci sono altri problemi. La commercializzazione di minifig con fan art è proibita. Se ci sono delle IP i proprietari di tali IP potrebbero avere da ridire.

Domanda:Si può stampare solo sui torsi e distribuire quelli?
R: No. Incoraggiamo i fan a sforzarsi di cercare di aderire alle policy piuttosto che a sprecare energie a cercare mezzucci per evitarle. Dare una minifig (o una sua parte) con un logo di terze parti non è corretto.

Domanda: Disegni generici sono ammessi?
R: Sono ammessi se non vengono usati come logo o simbolo di un'attività/evento. Se lo stesso disegno si usa più volte diventa un logo.

Domanda: Minifig factory negli store dove a volte stampano scritte/loghi?
R: Non ci sono eccezioni, non è permesso e il caso indicato qui dev'essere sfuggito, indagheremo. Un errore da parte del LEGO Store non invalida la regola.

Domanda: Ho capito bene? D'ora in poi RLUG, RLOC e RLFM non possono più stampare i loro logo sulle minifig?
R: Sì. C'è un richio legale, se si stampa un logo, incluso il logo della comunità, sulla minifig LEGO.

Domanda: Quindi se voglio stampare una maglietta hawaiana non ho problemi, ma se voglio stampare il logo della mia squadra del quore non posso.
R: Esatto.

Domanda: Se creo un logo che non è legato a nulla se non a me stesso?
R: Se è legato a un individuo è sempre un logo. Verrà riprodotto più volte su vestiti, siti eccetera e quindi non si può usare.

Domanda: Se stampo in 3d una minifig gigante? O la costruisco?
R: Le leggi sui copyright ci danno il diritto di controllare le riproduzioni delle minifig. Sarebbero violazioni di copyrighte, se non è "fair use".

Domanda: Possiamo usare gli adesivi?
R: No, vale anche per gli adesivi.

Domanda:  Chi dà a TLG il diritto di dire cosa posso fare con una minifig una volta che l'ho comprata?
R: Le leggi sul trademark ci permettono di avere questa policy. Che comunque non riguarda le attività personali e private.

Domanda: Capisco il bisogno di proteggere la forma... ma dopo che l'ho comprata di chi è?
R: La minifig di plastica fisica è tua. TLG ha i diritti intellettuali associati a essa.

Domanda:  A noi non interessa stampare minifig ora. Ma in futuro saremmo interessati se si potesse avere una licenza tale e si potesse avere un processo di approvazione.
R: Non è possibile.

Domanda: Vale solo per le minifig? Per le minidoll o quelle DUPLO?
R: No, la nostra policy parla delle minifig perché è quello che la gente sta facendo. Il problema è che non vogliamo che i simboli della nostra azienda vengano mescolati a quelli di altre entità.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Laz ha scritto:

Domanda: Ho capito bene? D'ora in poi RLUG, RLOC e RLFM non possono più stampare i loro logo sulle minifig?
R: Sì. C'è un rischio legale, se si stampa un logo, incluso il logo della comunità, sulla minifig LEGO.

E con questa possiamo chiudere la discussione.
Nei vari anni: non possiamo scrivere questo, non possiamo pubblicare questo, non possiamo stampare questo; ma però dobbiamo fare questo, dobbiamo organizzare almeno questo, dobbiamo aggiornare quello.
A me sembra un rapporto unidirezionale.

Certe volte mi domando perché essere RLUG. Per il bulk? bah, anche quello poi...

Magari dimentico qualcosa per cui vale la pena davvero esserlo.

Link to comment
Share on other sites

7 minuti fa, Pix ha scritto:

Certe volte mi domando perché essere RLUG.

Questo però non è un discorso legato all'essere o non essere RLUG (o simili). Si applica anche a noi, ma il "principio è valido" per tutti. Che poi usciamo da anni di "diminuzioni" penso sia indiscutibile e noto a tutti, ma è un'altra storia.

Per me la domanda da fare è (e cercherò di farla nel modo più chiaro possibile): possibile non ci sia stato un modo, da parte del dipartimento legale (e non AFOLET), di trovare un accordo per creare collaborazioni con noi RLUG (o simili), per permetterci di farci stampare almeno il nostro logo? 

Link to comment
Share on other sites

28 minuti fa, ZioTitanok ha scritto:

Per me la domanda da fare è (e cercherò di farla nel modo più chiaro possibile): possibile non ci sia stato un modo, da parte del dipartimento legale (e non AFOLET), di trovare un accordo per creare collaborazioni con noi RLUG (o simili), per permetterci di farci stampare almeno il nostro logo? 

Nico era quello che volevo dire io.
Una risposta tipo: "Vale per tutti, società ecc..., ma per voi RLUG no" costava tanto?
Prima modifica il logo, poi togli LEGO dal nome degli Eventi, poi non stampare le minifig, domani? Dobbiamo pagare TLG per esporre LEGO? Dai...dai...

Link to comment
Share on other sites

15 ore fa, Canio ha scritto:

Ma i corner dove si può scrivere qualsiasi cosa (più o meno) e quindi creare una propria minifig personalizzata nei LEGO shop?

Li toglieranno?

Per assurdo potrei essere bravissimo a fare il logo della NIKE per esempio...

Non ci sono eccezioni per le minifig create con Minifigure Factory. Quindi significa che il personale Percassi (in Italia) e dei LEGO Store ufficiali dovrebbe/dovrà/avrebbe dovuto vigilare sui progetti grafici realizzati dagli utenti/clienti.

In sintesi, se un addetto alla Minifigure Factory mi dovesse trovare a disegnarmi a mano (con l'apposito tool della Minifigure Factory stessa) la maglia di una squadra di calcio/basket/pallavolo, la divisa della mia catena fast food preferita etc, dovrebbe scartarmi il progetto e NON avviarlo alla stampa.

 

Link to comment
Share on other sites

10 ore fa, Laz ha scritto:

 

Grazie @Laz per aver postato queste risposte di chiarimento.

Naturalmente la vicenda è grottesca e oggi capisco le associazioni che nell'interesse dell'umanità si battono affinché si tuteli la proprietà intellettuale senza danneggiare il progresso umano, limitandone i diritti.

LEGO deve essere disperata (e ci credo vedendo ali express e la qualità della concorrenza in costante ascesa) e i suoi legali staranno battendosi al meglio per difendere l'ultima barriera che caduta, potrebbe travolgere la multinazionale.

Per fortuna LEGO non ha inventato il teorema di Pitagora o altrimenti oggi non potremmo usarlo....

Anche gli adesivi...

C'è un però, se ho capito bene LUG i cui associati non versano quote, possono continuare a fare ciò che vogliono, mentre ItLUG solo per la quota associativa non può più farlo.

Quindi se abolissimo la quota e la trasformassimo in donazione libera potremmo farlo?

Link to comment
Share on other sites

8 ore fa, ZioTitanok ha scritto:

Per me la domanda da fare è (e cercherò di farla nel modo più chiaro possibile): possibile non ci sia stato un modo, da parte del dipartimento legale (e non AFOLET), di trovare un accordo per creare collaborazioni con noi RLUG (o simili), per permetterci di farci stampare almeno il nostro logo? 

Io non credo che LEGO non sia consapevole di quanto stia facendo arrabbiare i suoi fan, ma con la stampa 3D che avanza (con le sue temute conseguenze) il minifig come trademark è un baluardo contro cinesi e americani ed europei. Se cade, immaginati cosa potrebbe succedere con scatole della concorrenza e minifig all'altezza da COBI ai MASTERS, a MATTEL ecc. I fan in quest'ottica devono essere sacrificati, perchè se LEGO stesse zitta avvallerebbe quello che pensano tutti: i brevetti sono scaduti e il minifig è solo un insieme di pezzi.

LEGO quindi deve cercare in tutti i modi, attraverso le azioni di dissuasione, di scoraggiare chiunque in materia.

Certo io penso che sarà altrettanto furba da non portare nessuno in tribunale.... perchè la giustizia è una donna bendata che ha in mano una spada, e se è riuscita più volte a portarla in una direzione.... basterebbe un solo pronunciamento contrario per creare un cambiamento epocale dalle conseguenze inimmaginabili.....

 

Link to comment
Share on other sites

16 minuti fa, AirMauro ha scritto:

C'è un però, se ho capito bene LUG i cui associati non versano quote, possono continuare a fare ciò che vogliono

No, non è così. Associazione "legale" o no, associazione riconosciuta o no, si tratta sempre di entità terza rispetto a LEGO, cioè esterna, ergo non puoi stampare. O meglio puoi farlo ed è ovvio che LEGO non abbia forza e personale abbastanza per stare dietro a tutto e tutti, ma se stampi sei a rischio. In particolare, se la community è riconosciuta e viene colta in fallo, ovviamente (come minimo) perde il riconoscimento.

Link to comment
Share on other sites

18 ore fa, Laz ha scritto:

Domanda:Quale legge dice che non posso modificare qualcosa di mio?
R: Le leggi del trademark non si applicano a entità e attività non commerciali. Ma le attività commerciali non sono solo quelle che vendono dei beni per un profitto. Esempi di attività commerciali includono le associazioni, persone o gruppi che raccolgono una quota di iscrizione, che fa pagare per gli eventi, che vendono membership premium ai siti, che guadagnano con la pubblicità, con i programmi affiliati, con gli sponsor agli eventi, vendendo merchandise del LUG...
Le leggi sul trademark nei paesi dove agiamo, ci danno il diritto di proteggere la nostra proprietà intellettuale e questo è importante affrontando l'effetto di avere il trademark della nostra minifigur diluito quando viene associato a entità diverse da TLG

 

18 ore fa, Laz ha scritto:

Domanda:Nel 2019 abbiamo dato questa minifig con il logo dell'evento in omaggio. Possiamo farlo ancora?
R: Se si pagava per entrare all'evento era commerciale. Se il simbolo rappresenta l'evento, allora no.

Aveva scritto in base a queste due risposte, mi ero perso la specifica sul LUG.

Sono un pò confuso su OCTAN e il logo di SUPERMAN ad esempio... quando LEGO li usa, mette un trademark su trademark. Mi chiedo se in quel momento non sta diluendo lei stessa il suo trademark.

Ad ogni modo la cosa che mi colpisce di più è che se uno compra un auto, può personalizzarla e fotografarla. Noi di fatto non siamo possessori della minifigs fino in fondo.. 

Comunque tutto questo se valesse per ogni prodotto del mondo sarebbe un disastro totale. 

Detto ciò, mi viene un dubbio, ma se io mi stampo dei cavalieri medievali di fantasia per la mia moc castello, ripetendo un logo di fantasia su scudo e torso, è illegale? Perchè ripeto lo stesso disegno su più pezzi?

Quindi anche chi fa torsi di Marines o soldati della seconda guerra mondiale, riprendendo i simboli dovrà chiudere?

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, AirMauro ha scritto:

 

Detto ciò, mi viene un dubbio, ma se io mi stampo dei cavalieri medievali di fantasia per la mia moc castello, ripetendo un logo di fantasia su scudo e torso, è illegale? Perchè ripeto lo stesso disegno su più pezzi?

Mia personale interpretazione delle risposte: non corri alcun rischio, a meno che non usi lo stesso logo in altri contesti, tipo sito, pubblicazioni ecc.

5 ore fa, AirMauro ha scritto:

Quindi anche chi fa torsi di Marines o soldati della seconda guerra mondiale, riprendendo i simboli dovrà chiudere?

Anche qui, se le divise e simboli non sono coperte da copyright non dovrebbero esserci problemi, a meno che LEGO decida che non vuole essere abbinata a certi simboli, ma questo sarebbe un altro spinoso discorso

Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, cborella ha scritto:

Mia personale interpretazione delle risposte: non corri alcun rischio, a meno che non usi lo stesso logo in altri contesti, tipo sito, pubblicazioni ecc.

Esattamente la mia stessa interpretazione. Che è anche quello che detterebbe il buon senso.

In questi casi, quando c'è una buona interpretazione che ha senso, chiedere ulteriori precisazioni è controproducente (soprattutto se c'è legal di mezzo!) perché si rischia di costringerli a considerare qualcosa a cui non avevano pensato prima e magari a creare una nuova limitazione che non sarebbe esistita se non si fosse chiesto.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Laz ha scritto:

Esattamente la mia stessa interpretazione. Che è anche quello che detterebbe il buon senso.

In questi casi, quando c'è una buona interpretazione che ha senso, chiedere ulteriori precisazioni è controproducente (soprattutto se c'è legal di mezzo!) perché si rischia di costringerli a considerare qualcosa a cui non avevano pensato prima e magari a creare una nuova limitazione che non sarebbe esistita se non si fosse chiesto.

E' che mi preoccupa la questione del disegno ripetuto che diventerebbe logo.... Se faccio i templari... è chiaro che lo ripeto su tutto l'esercito e li fotografo nelle moc.... Però se l'interpretazione è come sottolineate voi due, dovremmo essere a posto.

Link to comment
Share on other sites

Uno dei motivi per cui LEGO sta facendo questa politica che fa innervosire anche i suoi clienti più fidelizzati é che esiste nel mondo dei marchi il cosiddetto istituto/fenomeno della "volgarizzazione di un marchio", per cui é possibile fare decadere un marchio che inizi ad essere usato da molti operatori commerciali tanto che non se ne capisce più l'origine autentica.

Ci sono casi famosi di marchi che sono decaduti per volgarizzazione ed ora sono di uso comune, ad esempio la parole "Tupperware".

In questi casi, per evitare la decadenza del marchio, il titolare deve dimostrare di aver fatto tutto il possibile per impedire alle terze parti di usare impropriamente il proprio marchio.
Secondo me LEGO sta mettendo le mani avanti e predisponendo le difese per il giorno in cui qualcuno chiederà ad un giudice di annullare il marchio della minifig per volgarizzazione....cioé perché lo usano tutti e quindi ormai bisogna considerarlo un patrimonio condiviso

 

Link to comment
Share on other sites

E' quello che penso anche io. 

Solo che la "volgarizzazione" in primis sembra farla LEGO stessa nel modo in cui usa il minifigs.

Ad ogni modo non riesco a capacitarmi di come il minifig possa essere considerato trademark vista la sua storia e la sua composizione a partire da una combinazione di pezzi. 

Link to comment
Share on other sites

La minifig é stata registrata come marchio fin dalle origini (prima modello e poi marchio credo) ed un marchio, come un diamante, può essere per sempre.

Direi che la minifig, con le sue specifiche proporzioni, le mani a pinzetta e testa schiacciata, é talmente iconica da essere un esempio perfetto di marchio tridimensionale al pari della bottiglia spiraleggiante della coca cola.

Il problema é che se ogni grossa azienda, come ha fatto Renault in passato, iniziasse a comprare migliaia di minifig, stamparle con il proprio marchio e poi darle in giro, si può effettivamente creare, nel lungo periodo, confusione sul fatto che quella minifigure é solo di LEGO. In particolare nei mercati asiatici dove regna il clonaggio selvaggio.

La LEGO doveva quindi mostrare almeno i denti per avere una "pezza di appoggio" in caso di un futuro contenzioso... poi sanno benissimo anche loro che non attaccheranno mai legalmente un gruppo di AFOL perché stampa 150 minifig all'anno con il logo di un evento.

La protezione del marchio non copre direttamente i singoli pezzi della minifig, ma la produzione di tali pezzi, se  marchiati, é comunque considerato "contributory infringement" perché é chiaro che quei pezzi li hai fatti appositamente per assemblarli in una minifig che é coperta da marchio. 

 

 

 

Edited by Piru Brick
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...